Inseminazione Artificiale: Tecniche, Risultati e Considerazioni

Cos’è l’Inseminazione Artificiale: definizione

L’inseminazione artificiale è la deposizione di alcune decine/ centinaia di migliaia di spermatozoi ben mobili nell’apparato genitale femminile.     L’inseminazione artificiale è definita omologa quando viene eseguita con l’impiego degli spermatozoi del marito/partner/compagno della donna della coppia.  L’inseminazione artificiale è definita eterologa o con spermatozoi di donatore quando viene eseguita con l’impiego di spermatozoi di un uomo estraneo alla coppia(donatore).

inseminazione artificiale infografica

Tecnica dell’Inseminazione Artificiale

Sia nella inseminazione artificiale omologa che in quella eterologa il liquido seminale è sottoposto ad un procedimento laboratoristico che permette di separare e concentrare gli spermatozoi ben mobili. Nella inseminazione artificiale omologa in genere si utilizzano spermatozoi non congelati mentre nella inseminazione artificiale eterologa si utilizzano sempre gli spermatozoi congelati.

Nella inseminazione artificiale eterologa gli spermatozoi ben mobili separati e concentrati con il suddetto procedimento laboratoristico sono aspirati nelle paillettes e congelati e conservati in azoto liquido a -196°.  Nel giorno della inseminazione, gli spermatozoi del marito/partner/compagno della coppia o quelli del donatore (dopo il loro scongelamento) vengono tenuti in un incubatore a 37 ° sino a poco tempo prima della inseminazione.

La inseminazione omologa o eterologa può essere eseguita sia in cicli mestruali spontanei sia in cicli mestruali con l’impiego di una blanda/lieve stimolazione ormonale delle ovaia.

Il monitoraggio della crescita e della maturazione del follicolo ovarico/dei follicoli ovarici viene eseguito con l’impiego della ecografia ginecologica con sonda vaginale da sola (monitoraggio ecografico) o associata al dosaggio ormonale (monitoraggio ecografico-ormonale).

Nel giorno/nei giorni giudicato/i prossimo/i alla ovulazione si esegue una sola inseminazione o si eseguono due inseminazioni a distanza di 24 ore una dall’altra.

Per l’inseminazione la donna assume sul lettino la posizione ginecologica e il ginecologo introduce in vagina lo speculum (lo stesso strumento utilizzato per eseguire il PapTest) al fine di visualizzare la vagina e il collo dell’utero.

In laboratorio gli spermatozoi vengono aspirati in un sottile catetere di plastica raccordato ad una siringa da insulina.

Il catetere e la siringa d’insulina ad esso raccordata vengono consegnati al ginecologo che deposita gli spermatozoi nel fondo posteriore della vagina (inseminazione vaginale) o nel canale del collo dell’utero (inseminazione cervicale) o nella cavità uterina (inseminazione intrauterina).

Dopo l’inseminazione, la donna rimane sul lettino in posizione ginecologica per 5/10 minuti e poi fa ritorno a casa.

Inseminazione Artificiale: Indicazioni

La inseminazione artificiale omologa è indicata:

  • nella infertilità maschile da cause sessuali e/o psicologiche/psichiatriche;
  • nella infertilità inspiegata;
  • nei casi di lievi/medie anomalie del numero, della motilità e della forma degli spermatozoi del marito/partner/compagno della coppia;
  • nei casi di endometriosi minima o lieve della moglie/partner/compagna della coppia. La inseminazione artificiale eterologa è indicata:
  • nella infertilità maschile assoluta (assenza incurabile di spermatozoi sia nel liquido seminale che nei testicoli);
  • nei casi di anomalie genetiche del marito/partner/compagno della coppia.

Risultati Inseminazione Artificiale

I risultati della inseminazione artificiale omologa sono buoni nei casi di infertilità di coppia da cause sessuali e/o psicologiche/psichiatriche mentre sono controversi e dibattuti nei casi di infertilità inspiegata, nei casi di lievi/medie anomalie del numero, della motilità e della forma degli spermatozoi del marito/partner/compagno della coppia e nei casi di endometriosi minima /lieve della moglie/partner/compagna della coppia.

I risultati della inseminazione artificiale eterologa sono buoni sia nell’infertilità maschile assoluta sia nei casi di anomalie genetiche del marito/partner/compagno della coppia.

Considerazioni sull’inseminazione artificiale

Negli ultimi due decenni si è ridotto notevolmente l’impiego della inseminazione artificiale sia omologa che eterologa a vantaggio dell’impiego della FIVET, della ICSI, della TESA, della TESE e della MICRO-TESE.

Per maggiori informazioni è possibile richiedere una consulenza al Prof. La Sala nel suo studio di Reggio Emilia.

Prof. Giovanni Battista la Sala

Articoli correlati a questo argomento:

Indirizzo

Via Livatino, 9
42100 Reggio Emilia

Telefono

0522 920186
+39 370 3642631

Email

studiomedico@lasalagb.it

Visite solo su appuntamento