Genitorialita' Responsabile

Presso il Centro di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) dell’Arcispedale S. Maria Nuova di Reggio Emilia, cui le coppie sterili afferenti allo studio medico del Prof. La Sala saranno indirizzate, è attivo un progetto multidisciplinare di PMA e Genitorialità Responsabile per le coppie con infezione da HIV/HCV.


L’avvento di terapie antiretrovirali, peraltro ad elevata efficacia, ha cambiato in maniera radicale le aspettative di vita dei pazienti affetti da HIV a tal punto che le coppie in cui uno o entrambi i partner sono sieropositivi possono considerare la genitorialità come scelta realistica e responsabile. Il rischio di trasmissione di HIV durante un rapporto sessuale completo è estremamente variabile (tipo di virus, carica virale, stadio di malattia HIV correlata, sesso del soggetto infetto, presenza di malattie a trasmissione sessuale). In ogni caso il concepimento naturale comporta sempre un rischio di contagio sessuale per il partner negativo (per la donna è quasi del 4%); la sieroconversione in corso di gravidanza comporta inoltre un rischio molto elevato di infezione per il nascituro.


Sulla base di tali osservazioni, si è giunti a considerare nelle coppie con partner femminile e/o maschile con infezione da HIV l’opportunità dell’utilizzo delle tecniche di PMA.


Dal luglio 2008 divengono operative nuove linee-guida alla legge 40 del 2004, che danno la possibilità di ricorrere alle tecniche di PMA anche alle coppie in cui uno dei partner sia portatore di malattie virali sessualmente trasmissibili, e in particolare del virus HIV e di quelli delle Epatiti B e C, riconoscendo che tali condizioni siano assimilabili ai casi di infertilità per i quali è concesso il ricorso alla PMA. In questi casi c’è infatti un elevato rischio di infezione per la madre e il feto conseguente a rapporti sessuali non protetti con il partner sieropositivo. Un rischio che, di fatto, preclude la possibilità di avere un figlio a queste coppie”.


Per maggiori informazioni sulla normativa vigente e le modalità di accesso